Voglio ritornare nel grembo… – Vull tornar a la panxa de la mare

Voglio ritornare nel grembo…

Traduttrice: Ester Bessa

Voglio ritornare nel grembo di mamma.
Vivere è così stancante.
Tutto è freddo e ostile al di fuori del caldo recipiente
e ogni sforzo che faccio è un miracolo,
un gesto massacrante.

Io non ero pronto per tante ruvide scosse.
È troppo presto.
Ho la vita in transito, vivo ma ancora
rimango tra il martirio e la inquietudine
di non essere compiuto.

Non è che questo vivere mi faccia pigrizia.
Sono tutto volontà.
Però devo prendere peso e viso
e ad ogni minuto l’agonia sale
accresco e diminuisco allo stesso tempo,
faccio il doppio e la metà…
E mi cade la testa!

Voglio ritornare nel grembo di mamma
Però mi sono svegliato.
Ho vissuto di un sogno che mi amava.
Hai respirato tu per darmi l’aria.
Siamo stati assieme.

E adesso mi abbandoni, ma non troppo,
sorvegli ogni sussulto, ogni sonnellino,
e sei come una forza sovrumana,
come la piú vicina verità.

Voglio rientrare nel grembo di mamma
e farmi accompagnare da tutto ciò che ho già intravisto,
oppure che sia l’intero mondo un grembo
amniotico e ospitante,
la più primitiva e la piú spontanea
felicità.

*   *   *

Vull tornar a la panxa de la mare

Josep Pedrals

Vull tornar a la panxa de la mare.
Viure és molt cansat.
Tot és fred i hostil enllà del càlid receptacle
i cada esforç que faig és un miracle,
un gest maratonià.

Jo no estava a punt per tantes brusques sacsejades.
És massa aviat.
Tinc la vida en trànsit, visc prò encara
quedo entre el martiri i la frisança
de no estar acabat.

No és que això de viure em faci mandra.
Sóc tot voluntat.
Prò he d’agafar pes i agafar cara
i a cada minut l’agonia fa pujada
creixo i minvo a la vegada,
faig el doble i la meitat…
i em cau el cap.

Vull tornar a la panxa de la mare
prò m’he despertat.
He viscut d’un son que m’estimava.
Has respirat tu per dar-me l’aire.
Hem sigut plegats.

I ara m’abandones, prò no gaire,
vetlles cada ensurt, cada becaina,
i ets com una força sobrehumana,
com la més propera veritat.

Vull tornar a la panxa de la mare
i que m’hi acompanyi tot el que ja he entrellucat,
o que sigui el món sencer una panxa
amniòtica i hospitalària,
la més primitiva i la més espontània
felicitat.

PANXAmare

Els comentaris estan tancats.

  • Contacte:

    joseppedrals@hotmail.com
%d bloggers like this: